A spasso per il lago di Garda in camper

il

Ciao a tutti VACABONDI, oggi in questo articolo cercherò di farvi rivivere il velocissimo weekend che ho passato sul bellissimo Lago di Garda.

11/10/2018: PESCHIERA DEL GARDA

La partenza è sempre da Orvieto, questa volta però la destinazione è Peschiera del Garda. Il viaggio scorre velocemente, l’autostrada sembra essere li solo per noi e tra una canzone e l’altra dello stereo, ci ritroviamo a destinazione con poco più di 6 h.

L’area sosta in cui abbiamo deciso di soggiornare è l’ Area Camper Frassino, ottimo punto di partenza per visitare tutta la parte sud del lago. Il prezzo giornaliero è di 15€ e mette a disposizione tutti i servizi principali, docce calde e bagni trovati sempre puliti, allaccio corrente e servizio di carico e scarico.

La struttura si trova all’uscita dell’autostrada, dista dal centro città 2 km e dal parco divertimenti di Gardaland solo 8 km. I mezzi publici a disposizione in questo periodo non sono moltissimi ma avendo a disposizione lo scooter non ci facciamo tanti problemi, ed una volta piazzato il camper, s’ inizia il tour!

Il pomeriggio, accompagnati da un cielo a tratti nuvoloso, ci dirigiamo verso il centro storico di Peschiera del Garda, veniamo subito circondati dai suggestivi vicoli dei sui bastioni con una miriade di negozietti, ristoranti, palazzi storici, piazze, chiese e imponenti strutture militari.

Peschiera può essere chiamata anche città fortificata, non solo per la Fortezza che è uno dei gioielli architettonici della città, ma per tutte le strutture militari al suo interno, circondate da mura e baluardi.

00014.jpg

Una delle zone più suggestive che abbiamo visitato è il Ponte Pedonale che attraversa il canale esterno della Fortezza e Porta Brescia, ingresso occidentale della città.

Proprio sopra Porta Brescia abbiamo percorso un antico camminamento di ronda, che ci ha dato la possibilità di ammirare dall’alto tutta la imponente Fortezza. La serata si conclude con una visita alla Caserma dell’Artiglieria, aperta al publico dopo un meticoloso restauro e una bella cenetta vista lago, a base di carne, al ristorante La Carbonaia, che vi consiglio assolutamente da provare!

 

12/10/2018: SIRMIONE

PHOTO-2018-10-18-19-18-00.jpg

Il giorno seguente il tour continua con la perla del lago di Garda, Sirmione. Una volta parcheggiato lo scooter, ad 1€/h, ci dirigiamo verso il Castello Scaligero, la porta maestosa ed affascinante della città di Sirmione, è uno tra i castelli più completi e meglio conservati d’Italia.

PHOTO-2018-10-18-19-18-38.jpg

Anche qui il centro è invaso da turisti che osservano la vetrina dei tanti negozi e bancarelle, quindi decidiamo di andare a visitare al prezzo di 6€, le bellissime Grotte di Catullo. Non conoscendo quello che stavamo andando a visitare, l’aspettativa, visto il nome, era di trovare della grotte. Invece dopo aver letto i vari cartelli capiamo che ci troviamo di fronte a un’ antica villa romana, una zona archeologica con archi e colonne che ha per sfondo il lago, offrendo panorami molto scenografici. Sono state chiamate in questo modo perché quando sono state scoperte erano completamente coperte dalla vegetazione.

Non manca nemmeno la spiaggia, la più famosa è la Jamaica Beach, che è facilmente raggiungibile dalle grotte di Catullo, basta attraversare il cancello di un bar, dove consiglio un bell’aperitivo vista lago, e accedere alla spiaggia.

FullSizeRender-3.jpg

 

13/10/2018: BARDOLINO

PHOTO-2018-10-18-19-21-08.jpg

Essendo amante del buon vino, non potevamo non visitare Bardolino. Il centro storico è veramente pittoresco, con le tipiche case dei pescatori a due passi dal lago, tanti negozi, ristoranti e attività commerciali rivolte al turismo.

Da li ci spostiamo al Castello di Bardolino, di cui oggi sono visibili solamente le due porte d’accesso e la torre mozza, è stato costruito da re Berengario per respingere i nemici e  anche se ne resta ben poco è un bellissimo esempio di architettura del IX secolo.

Un ultimo giro di shopping in centro e anche qui la serata finisce con la degustazione di delizie locali, in uno dei tanti ristoranti, accompagnate da un bel bicchiere rosso di Bardolino.

 

14/10/2018: IL RITORNO

L’ultimo giorno è ormai arrivato e con la promessa di tornare a visitare il resto del magnifico Lago, lasciamo l’area sosta e ci dirigiamo verso casa. Vista però l’ora di pranzo, non ci lasciamo scappare un’ultima mangiata di buon pesce, quindi ci fermiamo a Castelnuovo del Garda, al ristorante Lo Scoglio. La scelta risulta azzeccata in pieno, infatti questo ristorante a conduzione familiare ci ha deliziato con la sua ottima cucina di qualità e la simpatia e cortesia del personale.

Vi consiglio vivamente di visitare l’incantevole Lago di Garda, magari nella stagione estiva, dove i mezzi publici sono molto più efficienti per visitarlo.

Spero di esservi stati d’aiuto e che il nostro diario di viaggio vi abbia coinvolto il più possibile.

 

KEEP CALM and VACABONDA!

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

Rispondi