Alla scoperta dell’isola di Ponza

Ciao a tutti VACABONDI, in questo articolo troverete una selezione delle cose più belle da vedere a Ponza, con le spiagge migliori, quelle da raggiungere a piedi, l’escursioni, i vigneti, i musei e le cose da fare.

mappa-isola-ponza-latinamipiace.png

cosa-vedere-ponza.jpg

  • DOVE SI TROVA PONZA?

L’isola di Ponza si trova davanti a San Felice Circeo, a 50 km, dalla costa del Parco Nazionale del Circeo; fa parte delle Isole Pontine.

E’ vicina a l’altra isola Pontina, Palmarola, la quale si raggiunge facilmente in barca da Ponza.

  • COSA VEDERE A PONZA?:

Cosa vedere a Ponza? L’isola di Ponza è famosa per le sue spiagge bianche e il mare cristallino, con fondali rocciosi pieni di vita, i quali sono il paradiso dello snorkeling.

L’isola conta ben 40 km di coste frastagliate che creano calette, baie, faraglioni e grotte sommerse. Insomma un paesaggio da visitare assolutamente.

Ma Ponza non è solo mare, è stata vissuta da Romani e Greci, infatti i resti di queste popolazioni sono ben visibili ed è meraviglioso scoprirli uno alla volta. Ci sono due necropoli romane, grotte artificiali, i resti di ville romane e tante cisterne. La più famosa è la cisterna Romana della Dragonara.

Qui sotto ci sono alcuni posti da visitare assolutamente sull’isola di Ponza, sia da solo che in compagnia della famiglia.

FARO DI PONZA:

La cima del Monte Guardia è il punto più alto dell’isola da cui il panorama su Ponza è meraviglioso. Qui si trova anche il faro di Ponza ed i resti di una necropoli romana. Purtroppo la passeggiata fino al Faro al momento è chiusa al pubblico, ma potete rifarvi sorseggiando un ottimo Faro della Guardia, ottenuto da un vigneto eroico di uve biancolella.

SCOGLIO DELLA TARTARUGA:

Dalla località Le Forna (la parte più selvaggia dell’isola) si vede lo Scoglio della tartaruga che si chiama così perché assomiglia proprio ad una testuggine. Dalla chiesa di Le Forna si raggiunge a piedi percorrendo un sentiero facile e breve, da dove avrete accesso ad una memorabile caletta.

scoglio-della-tartaruga.jpg

PISCINE NATURALI:

Camminando su un sentiero sterrato poco lontano dallo Scoglio della Tartaruga si arriva alle 3 piscine naturali di Ponza: un paradiso in cui fare il bagno. Due sono delimitate dalla roccia, una è aperta verso il mare. Nel caso in cui vi imbattiate in tanto turismo, potrete sempre affittare una canoa oppure un pedalò al vicino stabilimento il Falco ed andare all’esplorazione di punti più selvaggi e meno frequentati intorno alle piscine naturali.

piscine-naturali-ponza.jpg

GROTTE DI PILATO:

Le Grotte di Pilato sono state scavate nel tufo dagli antichi Romani, per la realizzazione d’allevamenti di murene. Sono conosciute anche come le murenaie di Ponza e si trovano a breve distanza dal porto (se siete allenati potete raggiungerle anche a nuoto).

ponza.jpg

GROTTA DI ULISSE:

La Grotta di Ulisse si trova vicino alle Grotte di Pilato. L’antro è piccolo ma grazie ad una particolare piccola apertura in alto si creano fantastici giochi di luce che illuminano l’acqua di un colore azzurro intenso. Si visita con un tour in barca dal porto oppure a nuoto con maschera e boccaglio!

BAGNO VECCHIO:

A Bagno Vecchio, nella zona più a est dell’isola, si trova una necropoli Romana che s’affaccia su una delle più belle spiagge dell’Isola di Ponza. La spiaggia di Bagno Vecchio, chiamata anche con il nome di La Parata. Vi consiglio di raggiungere questa spiaggia solo via mare, poiché i sentieri sono impraticabili. Invece per visitare la necropoli dalla spiaggia esistono stradine ben definite e segnalate.

bagno-vecchio-ponza.jpg

FARAGLIONI DELLA MADONNA:

I Faraglioni della Madonna si raggiungono solo via mare anche se un tempo erano collegati alla terra ferma e facevano parte della mastodontica villa estiva di Augusto a Ponza. Sul faraglione c’è una cappella scavata nella roccia dedicata alla Madonna della Salvazione e che dà il nome al posto.

GIARDINO BOTANICO DI PONZA:

A Ponza c’è un giardino botanico nato per raccogliere e salvaguardare le specie mediterranee, soprattutto fiori. E’ un posto perfetto in cui passare un pomeriggio a Ponza con i bambini, ma anche solo per rilassarsi apprezzando il panorama meraviglioso sul mare imparando qualcosa sui fiori delle nostre terre.

CAPO BIANCO:

Capo Bianco è la parte di costa più incredibile dell’Isola di Ponza. Qui la roccia è di un bianco abbagliante ed ospita tra le sue fenditure il Falco Pellegrino. Si può esplorare solo via mare ( barca o canoa) raggiungendo anche una nascosta caletta.

capo-bianco-ponza.jpg

  • IL CENTRO STORICO

Ponza Porto ha case colorate con colori a pastello, ristoranti di pesce fresco, pescherecci e gozzi ormeggiati. E’ la zona in cui si esce la sera e dove si trovano la maggior parte degli hotel. Proprio sopra al porto inizia il centro storico di Ponza fatto di viottoli e scalette che scendono al porto e salgono al belvedere.

Il cuore del centro storico di Ponza è via Pisacane dove ci sono la maggior parte dei locali, di negozi, bancarelle e di ristoranti.

  • LE SPIAGGE DI PONZA

Il modo migliore per visitare le stupende spiagge di Ponza, è farlo attraverso una barca o una canoa. Infatti al Porto di Ponza si possono affidare barchette o gommoni per girare l’isola e fermarsi a fare il bagno nelle spiagge più nascoste e belle dell’isola.

Non disperatevi però, perché nell’isola ci sono anche spiagge raggiungibili a piedi, magari facendo un bel sentiero o una bella scalinata con un bellissimo panorama sul mare di Ponza.

Di seguito troverete alcune delle spiagge più belle di Ponza:

CHIAIA DI LUNA

Chiaia di Luna è la spiaggia più grande e bella di Ponza. Un tunnel scavato nel tufo in epoca romana permetteva di raggiungere la spiaggia a piedi. Oggi non è più possibile, ma la spiaggia è ancora raggiungibile via mare.

chiaia-di-luna.jpg

SPIAGGIA DEL FRONTONE

Questa spiaggia viene chiamate così perché è riparata da una roccia a picco sul mare, che assomiglia a un frontone di un tempio Greco. E’ considerata anche la spiagge del divertimento, perché per l’ora dell’aperitivo il barretto, si trasforma in una vera e propria discoteca.

Per raggiungerla si cammina sulla provinciale Ponza – Le Forna ed arrivati a Tre Venti si va a destra e poi a sinistra sulla sterrata che porta al museo etnografico “Conte Agostino” ed alla spiaggia.

CALA FEOLA

Cala Feola è l’unica spiaggia di sabbia di Ponza. E’ piccola ed il fondale è basso, adatto anche ai bambini. C’è un chiosco attrezzato e si raggiunge in barca oppure a piedi percorrendo un breve sentiero e delle scalinate facili.

cala-feola3.jpg

CALA DEL CORE

La Cala del Core è conosciuta anche come la spiaggia più romantica di Ponza ed un must see per le coppie che vanno a Ponza. Sulla parete rocciosa che sovrasta la cala c’è una forma che ricorda quella di un cuore ed una leggenda isolana ricorda il dolore e la passione dell’amore intenso.

cala-core-ponza.jpg

  • PONZA CON I BAMBINI

Tra tante spiagge con il fondale alto e roccioso però ce ne sono due adatte anche ai più piccoli: Cala Fonte e Cala Feola.

Una visita al giardino botanico di Ponza ed al Museo Etnografico Ponzese poi è un’opzione bellissima per passare una giornata con i bambini a Ponza.

C’è anche qualche passeggiata bella e facile che si può fare con i più piccoli percorrendo le mulattiere dell’isola (come la passeggiata che percorre la Piana dell’Incenso, fino a Punta Incenso).

  • COME ARRIVARE A PONZA?

Ponza si raggiunge con i traghetti da Terracina, Anzio e Formia e con la moto nave da San Felice Circeo. Le tratte più brevi sono quelle del Circeo e di Terracina con l’aliscafo. Il traghetto di Laziomar da Terracina, invece, con le sue 10 euro a tratta per 2 ore e 30 di navigazione è l’opzione più economica per raggiungere Ponza.

Spero che questo articolo vi abbia fatto venire la voglia di visitare questa splendida e incantevole isola.

Questo video è stato realizzato grazie alla collaborazione con DronemoviE.

Altri bellissimi video sulla pagina Facebook DronemoviE.

 

KEEP CALM and VACABONDA!

Rispondi