Civita di Bagnoregio: La città che muore

Civita di Bagnoregio o anche detta ” la città che muore” è un borgo del Lazio, dove il tempo sembra essersi fermato secoli fa.

IMG_1804

Essendo distante da questo bellissimo borgo, solamente 25 Km, non potevo non visitarlo!

Il paesino situato su un colle tufaceo, tra due profondi burroni, già da lontano manifesta tutta la sua importanza, l‘unica via d’accesso è un viadotto in cemento armato che la collega alla sorella Bagnoregio e al resto del mondo.

Civita ad oggi conta ufficialmente 16 abitanti a causa della sua precarietà strutturale, infatti già dalla metà dell’Ottocento gli venne dato il nome di ” città fantasma” per il progressivo svuotamento del paese.

Ma non è stato assolutamente un borgo abbandonato a se stesso, anzi i molti lavori fatti sia al viadotto che alla struttura del colle, hanno fatto ritornare a vivere questa cittadina. Oggi infatti un flusso turistico cospicuo e sempre in aumento, ha riportato grande vitalità all’antico villaggio.

cività-di-bagnoregio-med.jpg

Gli aspetti che attraggono così tanti visitatori sono molteplici, infatti oltre al suggestivo panorama e alla bellezza del paesaggio colpisce l’atmosfera incredibilmente suggestiva del borgo. Un borgo “musealizzato”, un esempio, forse unico in Italia, di villaggio medievale rimasto immutato nel tempo.

Una volta attraversato tutto il viadotto ci si trova di fronte alla porta principale, Porta Santa Maria, con due bassorilievi che raffigurano un leone che tiene un uomo con gli artigli, metafora della cacciata dei Monaldeschi. Appena la porta, ci imbattiamo subito in una prima piazzetta, circondata da abitazioni signorili senza tempo e in un abitazione di cui è rimasta solo la facciata, con le finestre che lasciano intravedere direttamente il cielo.

Idyllic alley way in civita di Bagnoregio, Lazio, Italy

Continuando per i vicoli stretti e suggestivi, sbuchiamo sulla pittoresca Piazza San Donato, qui al posto della pavimentazione è presente una breccia mista a terriccio, sembra di essere tornati indietro di quattrocento anni. Il monumento principale di questa piazza è l’ex Duomo, al suo interno si trova un pregevole crocefisso, il quale è legato alla famosa processione del Cristo Morto che avviene ogni venerdì santo. Nella stessa piazza a giugno avviene il Palio della Tonna, un simpatico e goliardico gioco medievale dove i fantini si sfidano in una rocambolesca corsa ad anello.

palio_della_tonna_civita_di_bagnoregio.jpg

La visita continua tra gli stretti vicoli di Civita di Bagnoregio, caratterizzati da archetti, cortili e piazzette, e da case medievali e rinascimentali. Spesso al loro interno si trovano graziose botteghe artigiane, in cui si può entrare per assistere ad antichi mestieri.

Per visitare questo borgo bisogna pagare una piccolissima somma di 3€ nei giorni feriali e di 5€ nei giorni festivi.

Questo è un paese d’Italia che va assolutamente visitato, quindi se per caso doveste trovarvi nelle vicinanze, non esitate! Il rossiccio Borgo di Civita di Bagnoregio non vi deluderà!

 

KEEP CALM and VACABONDA!

2 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi