Il Cammino dei Briganti: ripercorrendo le orme della Banda di Cartore

Cari Vacabondi,

negli ultimi anni sta diventando sempre più importante il concetto di salvaguardia del nostro bellissimo Pianeta. Il cambiamento climatico è una realtà spaventosa ed enorme e proprio per questo motivo molti di noi prendono delle decisioni che sono pro-ambiente.

Ci stiamo impegnando sempre di più, dalle più piccole azioni e scelte, a raggiungere uno stile di vita sempre più etico e naturale, anche a partire dai viaggi e dalle mete turistiche.

Sempre più apprezzati e privilegiati, ad esempio, sono i cammini…ed è proprio di uno di questi che voglio parlarvi io oggi!

Il Cammino dei Briganti è un sentiero che si estende per circa 100 chilometri e che percorre paesi medievali e la natura incontaminata e selvaggia situata tra l’Abruzzo e il Lazio.

Quanti, tra voi Vacabondi, lo hanno già percorso o amerebbero optare per un cammino così lungo ed immerso nella natura? 

Innanzitutto, il nome di questo percorso dei Briganti è stato scelto in quanto, durante l’escursione, vengono ripercorse proprio le stesse orme dei briganti fuorilegge della Banda di Cartore. Questi ultimi, circa 150 anni fa, erano soliti imporsi sulla zona a cavallo tra la Marsica in Abruzzo e il Cicolano nel Lazio.

L’inizio del cammino è fissato a Sante Marie, in Abruzzo, ed è percorribile per intero in 7 giorni precisi. Naturalmente si può scegliere di percorrerlo solo in parte, tappa per tappa. Inoltre, esso può essere visitato e attraversato seguendo le tante segnalazioni e i vari posti attrezzati per i viaggiatori, ad esempio le strutture familiari. Volendo, si potrebbe decidere di vivere l’avventura a 360 gradi, preferendo trascorrere le notti in tenda.

Una cosa fondamentale che voglio ricordarvi prima di intraprendere questo percorso, è quella di procurarvi in primo luogo la guida del cammino, la quale deve essere letta e seguita attentamente, in quanto la natura abruzzese è molto selvatica. Quindi, è consigliabile conoscerla prima della partenza.

Durante il percorso sarà possibile incontrare le persone autoctone, le quali sono sempre molto accoglienti e permettono di far sentire a proprio agio e di conoscere le tradizioni locali. Inoltre, avrete la possibilità di mangiare in agriturismi, conoscendo il cibo tipico del posto.

Quali sono le tappe?

Il Cammino dei Briganti è un percorso ad anello, quindi inizia e finisce nello stesso luogo:

  1. Da Sante Marie a Santo Stefano
  2. Da Santo Stefano a Nesce, il quale è un suggestivo borgo medievale. Alcuni tra i briganti più famosi e importanti venivano proprio dalle zone di questa seconda tappa.
  3. Da Nesce a Cartore, dal quale è possibile arrivare a una splendida chiesa romanica del X secolo.
  4. Da Cartore a Rosciolo dei Marsi (eventualmente, anche verso il Lago della Duchessa). Rosciolo è un altro affascinante borgo medievale. 
  5. Da Rosciolo dei Marsi a Le Crete 
  6. Da Le Crete di nuovo a Sante Marie, dove termina il cammino dei Briganti

Questo cammino permette ai suoi escursionisti di riscoprire la natura italiana e i borghi tradizionali del nostro bellissimo Paese, ripercorrendo alcune storie risalenti a un secolo e mezzo fa!

Rispondi