Tra le curve dell’Isola d’Elba in Moto

Ciao VACABONDI eccoci di nuovo, pronto per raccontarvi una nuova bellissima esperienza!

Approfittando ancora delle calde giornate di fine agosto, ci mettiamo in sella alla moto e decidiamo di passare un velocissimo weekend tra le curve, la natura e le spiagge dell’isola d’Elba!

Il caricamento dei bagagli è sempre quello più delicato, portarsi dietro tutto il necessario in poco spazio mi ruba sempre quell’oretta di tempo, ma il bello della moto è anche questo e allora una volta sistemato il tutto siamo pronti; che il viaggio abbia INIZIO!

pxas-xwqz421376.JPG

La partenza è sempre da Orvieto, perciò il tragitto per arrivare al porto di Piombino è di circa 120 Km, decidiamo di fare la SS1 o più comunemente chiamata Aurelia, una strada che non è delle migliori in Italia, quindi tra una sosta e l’altra arriviamo a destinazione. La biglietteria si trova all’ingresso del porto e con la “modica cifra di 130€” acquistiamo i biglietti e c’imbarchiamo sul primo traghetto disponibile.

Appena sbarcati a Portoferraio, ci fermiamo per mangiare e subito dopo ci dirigiamo verso Nisporto, dove abbiamo deciso di soggiornare al camping Sole e Mare. Il campeggio si trova a pochi passi da una bellissima spiaggia di ciottoli per niente affollata, le piazzole sono ombreggiate e pulite, ognuna con la sua colonnina della corrente e i bagni veramente attrezzatissimi e ben sistemati ogni giorno. Unica pecca di questo campeggio è proprio il luogo in cui si trova, praticamente il centro di Nisporto è proprio questo camping, e una volta finita l’animazione, Addiooss, si va a nanna!

attachment.jpg

IMG_0647.JPGLa mattina presto lasciamo Nisporto e ci dirigiamo verso il paesino di Acquaviva; qui troviamo, dopo una bella camminata, una piccola ma stupenda spiaggia, la spiaggia di Sansone, anch’essa fatta di piccoli ciottoli che sono bagnati da un mare piatto e cristallino. Oltre alla parte libera, sulla spiaggia possiamo trovare un piccolo bar dove si noleggiano ombrelloni e sdraio.

Passata la mattinata in questo incantevole luogo, riprendiamo la moto e andiamo al paesino più animato dell’isola d’Elba, Marina di Campo. Qui ci sistemiamo nel campeggio Villa degli Ulivi, molto attrezzato, pulito e con ombreggiate piazzole dove il mare e il centro turistico sono a due passi.

La spiaggia di Marina di Campo è molto ampia, spaziosa, di sabbia fine e dorata, il tutto bagnato da un mare pulito e limpido. Adatta anche per i più piccoli, è dotata di qualsiasi servizio e si trova molto facilmente un bel posticino per mettere l’ombrellone.

IMG_0665 2.JPG

In serata scopriamo il bel lungomare di Marina di Campo, con moltissimi ristoranti, bar,  locali e bancarelle. Dopo aver comprato qualche souvenir e aver mangiato un bel gelato si va a dormire.

Il giorno seguente, scopriamo che vicino al nostro campeggio abbiamo la possibilità di visitare un bellissimo acquario che raccoglie esemplari presenti nell’arcipelago toscano. Le vasche sono ben assortite ( non sarà sicuramente l’acquario di Genova), ma sono molto interessanti ben curate e con ottime spiegazioni, nel complesso un’ottima esperienza da consigliare.

Il weekend è quasi agli sgoccioli e come ultima meta ci siamo tenuti il Monte Capanne. Visto il poco tempo a disposizione abbiamo preso la cabinovia da Marciana e da lassù cari Vacabondi il paesaggio che ci troviamo davanti è davvero fantastico, è possibile ammirare tutta l’isola nella sua bellezza e le isole di Pianosa, Montecristo, Giglio e con il tempo a nostro favore riusciamo a notare anche la Corsica.

Sicuramente questa stupenda ISOLA ha bisogno di molto di più tempo per essere esplorata e vissuta. Ci siamo promessi di tornare con ancora più entusiasmo e cercare di girarla nel modo in cui merita.

Al prossimo viaggio Vacabondi!!

KEEP CALM and VACABONDA!

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi