Lago di Tovel: immergiti nella natura e nei suoi sentieri.

Cari Vacabondi,

oggi voglio parlarvi di un lago molto particolare, dalle mille risorse che negli anni ha subito numerosi cambiamenti: il lago di Tovel.

Questo lago è il più conosciuto della Val di Non e molti lo ricorderanno per il fenomeno delle sue acque rosse. Fino agli anni 60 all’interno delle sue acque fioriva una particolare alga, la Tovellia Sanguinea, che tingeva di rosso la sua superficie.

 Il fenomeno dell’arrossamento si verificava in estate durante i mesi più caldi, poi via via è andato scomparendo.

Ma ora parliamo di cose serie!

Lago di Tovel: natura e sentieri per tutta la famiglia

Il lago di Tovel può essere raggiunto sia piedi percorrendo il sentiero delle Glare che porta direttamente al lago, sia in macchina o in bici partendo da Tuenno.

Prima di partire con la macchina accertati, tramite l’ufficio turistico della Val di Non, che la strada che porta al lago non sia chiusa (potrebbe capitare).

Una volta arrivati dovrete lasciare la macchina in un parcheggio e prendere la navetta per raggiungere il lago.

Giunti al lago i tuoi bimbi potranno divertirsi a fare il bagno nello splendido lago (fai attenzione che l’acqua è sempre molto fresca) ed è anche possibile fare il giro del lago dove sono presenti vari punti pic nic. Esiste un percorso che gira attorno al lago, tempo di percorrenza 1 ora e 30 minuti e un grado di difficoltà adatto a tutti.

Lungo questo sentiero potrete visitare la  Casa del Lago Rosso che propone un’area espositiva e alcuni spazi destinati all’attività didattica e alla ricerca scientifica.

In generale vi consigliamo di visitare il lago di Tovel in primavera e in estate.

È un’esperienza che consigliamo soprattutto a chi vuole respirare aria pulita e vivere una giornata in tranquillità con la propria famiglia.

Lago di Tovel: natura e sentieri per tutta la famiglia

Non sappiamo se le condizioni in tempo di Covid siano rimaste le stesse, in ogni caso conviene sempre chiamare l’ufficio turistico della Val di Non per evitare di fare un viaggio a vuoto!

Alla prossima avventura!

Rispondi