Parco faunistico Le Cornelle: molto più di un semplice zoo

Cari Vacabondi,
oggi vi parlerò di un’oasi naturale a due passi da Milano: il parco faunistico “Le Cornelle”.

"Say cheese!": il primo piano di una simpatica giraffa nel parco Le Cornelle.
“Say cheeeese!”

Ci troviamo in provincia di Bergamo, più precisamente a Valbrembo.
Si tratta del primo parco faunistico in provincia di Bergamo, che nasce sin da subito con l’obiettivo di proteggere le specie minacciate. Lo scopo è introdurre le specie a rischio estinzione, nate e cresciute nei giardini zoologici, in un ambiente completamente naturale e selvatico.
Il parco si estende su una superficie di 126000 m² e ospita circa 1200 animali appartenenti a 120 specie diverse, tra mammiferi, uccelli e rettili.
Gode di grande notorietà grazie alla presenza della tigre bianca del Bengala, esemplare molto raro negli zoo/parchi faunistici europei.

Pappagalli all'interno della voliera, denominata "Selva Tropicale".
Boom di colori!

Non meno importante è la “Selva tropicale”: si tratta di una voliera gigante, in cui i visitatori possono entrare e passeggiare tra piante e staccionate.
All’interno di questa voliera, grande 7000 m², si trovano centinaia e centinaia di specie di volatili che vivono in semilibertà, in un ambiente che riproduce fedelmente le foreste pluviali (soprattutto nel clima, ve lo assicuro!).
La Selva tropicale è una delle quattro aree tematiche presenti all’interno del parco.

Leonessa presente nel parco Le Cornelle
Leonessa presente nel parco Le Cornelle

Con il tempo sono state create diverse zone tematiche: la Savana, di 10000 m², inaugurata nel 2015.
Qui si possono incontrare zebre, rinoceronti, antilopi e gru.
Non è perfetta solo per gli animali, ai quali viene garantito un livello di benessere e tutela molto elevato, ma anche per i visitatori che risultano immersi nell’habitat selvatico, passeggiando su terrapieni.

Uno degli elefanti del parco le Cornelle
Uno degli elefanti del parco le Cornelle

Nel 2017 è stata realizzata l’area “Pinnawala: l’oasi degli elefanti”. Il nome Pinnawala vuole essere un omaggio al lavoro che viene fatto presso il Pinnawala Elephant Orphanage per gli elefanti asiatici.

Nel 2019, infine viene inaugurato il nuovo rettilario,dove si possono osservare specie come la rara iguana cornuta, il pitone reticolato, il pitone verde e il varano delle rocce.

Il parco è perfetto per i bambini: l’esperienza di passare ore intere a contatto con animali impensabili, poterli toccare o semplicemente vederli passeggiare, renderà la loro giornata indimenticabile! 

Informazioni pratiche

Amici a quattro zampe?
I cani, purtroppo, non sono ammessi.

Un po’ di fame?
Nel parco ci sono diversi luoghi di ristoro ma anche aree pic-nic e panchine dove è possibile pranzare. 

Qual è il periodo migliore?
La stagione perfetta è la primavera: gli animali non soffrono troppo il clima e sono più predisposti ad interagire!

Orari
Il parco è aperto da febbraio a novembre, generalmente dalle 9 alle 18, ma gli orari variano a seconda delle stagioni.

Vacabondi, cosa aspettate?
Non appena sarà possibile vi consiglio di inserire sui vostri navigatori “Parco faunistico le Cornelle” e passare una giornata primaverile alla scoperta di questa bellissima oasi naturale.

Rispondi