Il Salento e le sue coste

Cari amici Vacabondi siamo giunti quasi alla fine di questa estate e anche del mio peregrinare nella Puglia. Diciamo che mai come quest’anno sono riuscito a girarla quasi in tutte le zone. Una delle ultime mete è stato il Salento.

Negli ultimi anni questa fetta di Puglia è diventata un vero e proprio luogo cult per il turismo. Non che tutta la Puglia non lo sia eh. Quindi andiamo alla scoperta del Salento, vedendo le coste con un mare magnifico e le sue città d’arte e di cultura.

Le magiche coste del Salento

Mare limpido, sabbia dorata, acque turchesi e trasparenti. Si sembra lo scenario di un’isola tropicale, invece siamo sul tacco dello Stivale. Iniziamo forse da una delle spiagge più belle e famose dell’intera zona: Torre dell’Orso. Bandiera blu 2021 questa spiaggia meravigliosa è famosa anche per la leggenda attorno ai due faraglioni denominati “le Due Sorelle”.

Una delle spiagge più ambite dai turisti è sicuramente Baia dei Turchi. Simile ad un’isola caraibica questo lembo di costa è un ambiente assolutamente protetto. Infatti fa parte del FAI (Fondo Ambiente Italiano), quindi bisogna stare attenti a non inquinarla. E’ chiamata, inoltre, Baia dei Turchi perché nel Medioevo qui vi sbarcarono proprio i turchi nel tentativo di conquista della Puglia.

Le Maldive del Salento sono sicuramente una meta privilegiata per chiunque voglia trascorrere un soggiorno piacevolissimo nel mare. A metà tra Adriatico e Ionio questa spiaggia ha delle caratteristiche uniche: unisce la bellezza delle Maldive allo stile tutto Italiano. Marina di Pesculose, il suo vero nome, ha preso questo appellativo per via della sua sabbia bianca e soffice.

Infine la celeberrima Punta Prosciutto: una delle spiagge più belle dell’intero Salento. Questo tratto di costa è ancora caratterizzato da una forte vegetazione mediterranea. E’ una meta perfetta per famiglie con bambini, dato il fondale relativamente basso.

Le Città simbolo del Salento

Non possiamo non iniziare da Lecce, la “Firenze del Sud”. Il centro storico di Lecce vanta un’architettura in stile Barocco. Entrando da Porta Napoli potrete godere appieno di questo magnifico luogo. In piazza Sant’Oronzo troverete anche i resti di un anfiteatro romano. Inoltre guardandovi attorno troverete anche tracce evidenti dell’architettura saracena.

E’ sicuramente una delle città, dal punto di vista culturale e musicale, più importante del Salento. Non a caso la “Notte della Taranta” ha accolto numerosi visitatori provenienti da tutta Italia e non solo. Per quanto riguarda la cucina… beh il pasticciotto leccese è da assaggiare e rubare!

Gallipoli invece è la meta della movida salentina ed estiva in generale. Difficile non trovare orde di giovani provenienti da ogni dove per divertirsi nelle numerose spiagge discoteca della zona. Però la cittadina offre anche un aspetto culturale non indifferente. Il centro storico di Gallipoli è ricco di edifici d’epoca. Famosi sono il Ponte di Gallipoli e il Castello romano. Inoltre è consigliata anche una visita al vecchio frantoio… sapere perché il nostro olio extravergine è così buono può essere un arricchimento.

Ultima città importante è Santa Maria di Leuca: qui si incontrano esattamente il mar Ionio e il mar Adriatico. La leggenda narra che Enea abbia sostato qui, durante la sua fuga da Troia, prima di giungere nel Lazio. Agli occhi risaltano subito le maestose strutture ottocentesche della città. Poi anche il richiamo alla cristianità è molto forte, basti pensare alla Basilica di Santa Maria de Finibus Terrae o la Chiesa del Christo Re. Da vedere assolutamente è il Centopietre, luogo di culto cristiano che richiama innumerevoli fedeli.

Il Salento si è rivelato essere una piacevole scoperta, anche se molto conosciuta. E come dicono lì: noi qui abbiamo lu sole, lu mare, lu viento.

Rispondi